Zakopane un’avventura a -15°

L'AVVENTURA HA INIZIO!

L’AVVENTURA HA INIZIO!

Eccoci qua di ritorno dal mio ultimo viaggio 2014 intento a scrivere della drammatica/favolosa avventura vissuta a Zakopane, in Polonia, il pomeriggio tardo del 28 Dicembre.

Tutto è iniziato dopo una giornata di snowboard non molto convincente. Il tempo era brutto, la neve ghiacciata e le cadute erano all’ordine del giorno. Stanchi, distrutti e un pò delusi io e i miei compagni di viaggio Francesco, Matteo e Alessio, dirigendoci verso l’appartamento, non potevamo prevedere l’incubo che sarebbe iniziato.

Avevo trovato questo alloggio su internet insieme a Francesco. La recensione era buona, il prezzo anche, ma non conoscendo la zona, un dettaglio ci era sfuggito: si trovava sul cucuzzolo della montagna a 7 km di stradine dal paese! L’unica cosa che portava la gente su quella cima durante il giorno era un trenino che di notte sfortunatamente non c’era. Tuttavia l’inconveniente non fu tanto questo, ma fu trovarlo!

Infatti, arrivati in cima dovemmo chiamare più volte la proprietaria per farci dire dov’era. Ricevuta risposta, purtroppo nel momento in cui eravamo sulla via giusta, un altro imprevisto ci ostacolò: il ghiaccio e la neve. Ripercorrendo all’indietro quella stradina di montagna, nel punto in salita, le ruote della macchina slittarono, costringendoci a tornare indietro. Cazzo! Quella era l’unica strada, quindi l’unico modo era dividerci: Francesco e Alessio sarebbero andati a piedi fino all’appartamento, mentre io e Matteo ci saremmo occupati di montare le catene alle ruote della macchina raggiungendo gli altri in seguito.

Facile a dirsi! La sfiga era ancora dietro alle nostre spalle. Dopo ore di tentativi, al gelo dei -15° serali e al buio, con le mani rosso fluorescente dal freddo misto al nero dello sporco delle gomme, si capì che le catene da me possedute non erano regolari per le mie gomme! La FIAT si era sbagliata nella consegna, ma non usandole mai in cinque anni non mi ero mai posto il problema. Doppio Cazzo! Cazzo.

La situazione era critica! Tuttavia nel frattempo Francesco ed Alessio erano tornati dalla missione “appartamento” con almeno la bella notizia che questo esisteva, e che la tipa li aveva accolti.

Si decise allora per la soluzione drastica. Con al fianco Francesco come copilota, presi una rincorsa lunghissima, e con una guida degna di Bo e Luke nel telefilm Hazzard degli anni ’80, andammo in contro al nostro destino.

La via non era facile, c’era buio, la salita era in curva e in parte coperta da alberi che ostacolavano la vista e l’eventuale arrivo di carri trainati da cavalli o di macchine dal lato opposto. Un impresa quasi suicida, ma che soluzione avevamo? ogni tanto bisogna rischiare nella vita. Quindi il rischio era alto e la tensione forte.

Guardai Francesco. Ero consapevole che le marce andavano azionate nel momento giusto, troppo veloce rischiavi di uscire di strada a causa del ghiaccio durante le curve, e troppo lento non avremmo superato la salita. Ma dopo lo sguardo d’intesa col mio amico e con il tremolio alle gambe spinsi l’acceleratore. I primi due tentativi fallirono a causa di “sti cazzo” di carretti trainati a cavallo invisibili nella notte! Mi immagino le risate che si è fatto l’uomo nell’unico baracchino aperto in quella strada sperduta, che ci avrà preso per deficienti! Tuttavia, le indicazioni di Francesco per cambiare marcia al momento giusto, il controllo impeccabile e la fortuna di non incontrare nessuno dal lato opposto, durante il terzo tentativo, alla fine ci fecero vincere contro la montagna e contro il ghiaccio! Risollevando la giornata.

Alcune volte sono contento che ci siano questi imprevisti perché rendono più avventuroso e colorato un viaggio. Ringrazio i miei compagni per aver tenuto duro e aver risolto la situazione insieme a me!

GRAZIE! FRA, MATTEO E ALESSIO

Categorie: Polonia, Racconti | Tag: , , , , , , | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: